Anatomia del perdono

Liberazione dai sensi di colpa

lapide ingresso chiesa San Michele Arcangelo

Terribilis est locus iste hic domus dei est et porta coeli.
(Questo luogo richiede rispetto; è la casa di dio e la porta del cielo). 


Posso garantirvi che dopo la lettura di questo servizio non sarete più gli stessi; vi consiglio di mettervi comodi poiché non sarò breve e alla fine vedrete che ne sarà certamente valsa la pena.

Molti di voi sanno che la nostra missione è di riportare gli individui a pensare con la propria testa; ebbene, ti sei mai chiesto con quale testa pensa l'uomo? Quali sono i falsi pensieri che influenzano il suo pensare e che lui scambia per pensieri? I veri pensieri sono quelli che ognuno riceve dal proprio Sé; essi non hanno nulla a che vedere con il passato e per quanto riguarda il futuro, essi non hanno una collocazione emozionale poiché sono nuovi: non si sa che risultato emozionale porteranno.
Ad esempio, perché quando passiamo innanzi ad una pasticceria ci viene voglia di dolci guardando la vetrina, oppure davanti ad una rosticceria ci viene voglia di pollo sentendone il profumo?
Ed ancora perché tutta la pubblicità ha come obiettivo stimolare qualcosa che induca agli acquisti? Insomma dove fanno presa tutti questi stimoli? Uno stimolo può far presa solo su qualcosa che può essere in qualche modo "colpito" e per essere tale, deve essere lì, presente e manovrabile.

PARTE PRIMA (*)

Sai cosa sono le forme-pensiero o eggregore? Le forme-pensiero sono energia che staziona nei pressi del nostro corpo fisico e che procurano rappresentazioni per mezzo di immagini mentali quando vengono attivate da stimoli dell'ambiente e che l'uomo scambia per pensieri; il processo del pensare è cosa ben diversa dal vedere e farsi controllare da immagini mentali.

Per capire il senso della faccenda, dobbiamo farci questa domanda "Cosa fa la vita?" e rispondere pensando in modo figurato: dobbiamo pensare alla vita come un fiume, un fiume di energia. Se la vita è un fiume di energia, cosa fa la vita? Fluisce!!!

la vita fluisce al pari di una cascata

Perché la vita fluisce?
e Da dove? Dio, spirito immateriale, diviene energia e fluisce dal regno del pensiero potenziale per arrivare nel mondo materiale al fine di manifestare l’idea che ha di se stesso.
Fa questo organizzando forme viventi sempre più complesse per manifestare idee che altre forme inferiori non possono manifestare. 
Immaginiamo una sinfonia di Beethoven o di Mozart o cose del genere: queste sinfonie sono altrettanto belle quanto i canti degli uccelli, ma certamente sono più complesse e per questo ci voleva la massima espressione di dio sulla terra per poterlo fare, cioè l’uomo. 
Dall’immagine di destra, dalla piramide, si vede la vita che scende dal Punto Zero verso l’universo materiale e, dopo aver compiuto la manifestazione, ritorna come consapevolezza al Grande Essere, cioè Dio, che in questo modo è più consapevole di Sé.
La vita semplicemente cerca di fluire e l’energia vitale, al pari di un fiume, può essere deviata o bloccata a secondo del tipo di sbarramento che vi costruiamo sul suo percorso.
In molteplici filosofie è affermato che l’uomo è composto da più corpi, cioè da altri corpi oltre quello fisico: in teosofia si parla dei 7 raggi, poi abbiamo i 7 cieli, i 7 livelli di coscienza, i 7 piani angelici dei Sephirot e così via e ognuno di questi livelli o paradigmi è associato ad uno specifico corpo di cui l’individuo deve prendere coscienza.
Queste sono solo alcune delle innumerevoli immagini che si possono reperire:

fig. 1 fig. 2


fig. 3

 
fig. 4
fig. 5



Per comprendere la relazione tra le forme-pensiero e il loro effetto sull’uomo, usiamo l'immagine che segue semplificata, in cui i 7 corpi sono divenuti 3, quelli necessari al discorso che stiamo facendo: abbiamo al centro, visibile, il corpo fisico, intorno il corpo eterico che ora spieghiamo e lo strato più esterno che è la SORGENTE DELLA VITA; esternamente vi è il mondo delle idee. Ebbene, se la vita fluisce passerà per il Corpo Eterico e giungerà al cervello materiale che procederà alla manifestazione dell’idea.

i tre corpi dell'uomo

Se lo strato eterico è PULITO, possiamo dire che l’individuo è nella condizione di puro ascolto circa le esigenze del proprio Sé poiché le energie informate dell’idea della Vita partono dal mondo delle idee e giungono pulite, senza DISTORSIONE ALCUNA, al sé materiale e quindi al suo cervello per essere manifestate nell'universo fisico.
Ma….. c’è un ma, un grande ma: cosa accade se il Corpo Eterico si sporca? Il Corpo Eterico può essere la casa delle forme-pensiero se l'indivuiduo, nel suo fluire della vita, ha bloccato uno scopo divino; la forma-pensiero è energia stazionaria, il risultato del blocco di un flusso di energia vitale. Di seguito abbiamo "disegnato" una feroce forma-pensiero:

forma pensiero

Ora poniamo nel Corpo Eterico queste forme-pensiero e vediamo cosa accade al corpo fisico dell'indiividuo:

corpo e forme pensiero

le linee blu che vedete è l’energia vitale che raggiunge direttamente il vostro corpo; voi tutti sapete cos’è l’energia vitale: la avvertite più o meno elevata a secondo di come vi alzate al mattino, vero?

Le linee nere, invece, sono il risultato alterato dell’energia vitale che si scontra con le forme-pensiero e queste energie nere sono quelle che danno luogo a dolori fisici e a disturbi emozionali, in uno a PROBLEMI PSICO-SOMATICI.
Ma perché ci sono queste forme-pensiero? Poiché viviamo senza giocare il gioco dell’UNO in quanto crediamo che la nostra responsabilità termini dopo la porta di casa; siamo abituati a pensare che dopo quella porta le cose non ci appartengono più e ci sentiamo come SEPARATI e quindi invece di ridefinire il Sé, lo frammentiamo in continuazione, il che equivale a DEVIARE o BLOCCARE il flusso di energia vitale.

Facciamo quindi un riepilogo:

1 - Le forme-pensiero stazionano nel Corpo Eterico: sono energia stazionaria, il risultato del RIFIUTO DEL SE'
2 - Esse creano turbamento al passaggio di energia vitale dal Corpo Quantico a quello Fisico
3 - Un individuo senza forme-pensiero nel suo Corpo Eterico sarebbe in condizione di puro ascolto con la sua fonte vitale (IO SONO) e oltre ad essere liberato dal ciclo delle nascite e delle morti, sarebbe immortale poiché tutta la vita raggiungerebbe il corpo CONTINUAMENTE e senza alcun impedimento
4 - Qualsiasi forma-pensiero del Corpo Eterico deve avere un punto di ancoraggio nel corpo fisico e questi punti di ancoraggio sono cose estranee alla vita biologica: Pus, Muco, Batteri, Virus, Parassiti, Farmaci e Droghe, Funghi, Metalli Tossici ecc.

PARTE SECONDA

IL PECCATO
Alla luce di ciò, cos’è il peccato? Semplicemente un limitare l’essere, un non permettergli di fluire e di manifestarsi nell’universo fisico!!! Poiché TU, l'osservatore, l'unico e vero creatore di tutto sei dotato di libero arbitrio, la responsabilità che il volere del tuo Sé si manifesti o meno nel mondo è esclusivamente tua: dio è al servizio dell'uomo in quanto suggeritore, l'uomo è al servizio di dio in quanto manifestatore ed insieme sono UNO.

Il peccato crea forme-pensiero e una condizione energetica stagnante che contiene, per sua natura, ”colpa” in quanto mancanza. Infatti quando ci sentiamo in colpa vorremmo che le cose fossero come erano prima, ci manca la condizione precedente. E' a questo punto che scatta il tentativo di riportare le cose come prima e questo fatto è intrinseco alla colpa: ogni colpa sembra prevedere il suo perdono visto come il tentativo di fare qualcosa per aggiustare la faccenda; cerchiamo quindi di capire cosa significa “perdonare”.

IL PERDONO
Il termine perdonare (si dice alla stessa maniera sia in inglese [for-give] che in francese [par-donner]) pone le sue basi etimologiche nel latino per-donare con “per” in quanto rafforzativo e “dono” donare (dare in modo gratuito), concedere o rimettere; potrei azzardare, senza sbagliare, dicendo che perdono significa “donare di nuovo”, ma un donare con nuova forza (per). Quindi, a livello temporale, intende il fatto che si ristabilisce una condizione che si era alterata. Questa temporalità di qualcosa che ritorna come era prima grazie ad un impegno (per) è di fondamentale importanza per liberarci delle catene che la religione per millenni ci ha imposto.
Circa la parola “donare” o “regalare” o “gratuità”, è scritto che a tal proposito Gesù disse: ”Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente dovete dare”. 
Questa frase, o meglio la sua cattiva interpretazione, ha creato un bizzarro paradosso: se da una parte fa disturbo accostare la spiritualità al danaro, dall’altra abbiamo la Città del Vaticano quale una delle nazioni più ricca al mondo per i tesori materiali che possiede. Bah...
Il problema della malcomprensione del rapporto denaro-spirito è già stato approfondito nel servizio: Ma un ricco non può entrare nel regno dei cieli?
Ritorniamo alla parola donare che diviene regalare che significa azione gratuita, gratuitamente: questo ultimo termine significa semplicemente in modo fluido, senza alterazione cioè senza l’aspetto bloccante del libero arbitrio a seguito del quale si commette il peccato, cioè si produce l’effetto di far stagnare l’energia in quanto forma-pensiero; nelle nostre leggi il condono è l'atto di togliere una condanna e se eliminiamo una forma-pensiero, abbiamo eliminato la più grande condanna, quella di non poter essere in contatto con il nostro Sé. Con la parola dono si intende anche un regalo con caratteristiche divine, per cui perdono può essere visto anche come condizione di ricevere di nuovo un regalo dal divino, cioè riaprire il flusso con il Sé. Ma che cosa si tende a riottenere o ricevere? L'energia vitale, o meglio, il flusso di energia quantica che era bloccata a causa delle forme-pensiero.

Ora per ritornare a far fluire l’energia abbiamo tre possibilità:
1 - ripulire il corpo da quelle sostanze contrarie alla vita su cui si ancorano        le forme-pensiero
2 - ripulire il corpo eterico
3 - cambiare il punto di vista sulle cose.

In tutti e tre i casi si ottine sollievo; è da sottolineare che le prime due non sono risolutive in quanto arrecano solo sollievo temporaneo poiché esse sono la conseguenza nel mondo della creazione energetico-materiale della terza, cioè il punto di vista che noi abbiamo sulle cose: per questo l'aspetto mente-spirito (psiche) è più importante di quello mente-corpo (anima). Nella presentazione della Scuola ho già affermato che pulire il corpo o le emozioni senza intervenire sul punto di vista è come cercare di tenere asciutto un pavimento asciugandolo con un panno mentre c’è una fontana che scorre continuamente; intervenire sul punto di vista significa chiudere la fontana per sempre e quindi non avere più il problema della goccia che bagna.

rubinetto che cola
è inutile asciugare in terra, cioè eliminare le nostre 
emozioni, quando il rubinetto dello spirito è guasto
e continua a far acqua altrimenti si crea dipendenza

Conoscete Wilhelm Reich? E' colui che ha rielaborato il concetto di energia vitale (o chi, ki, elan vital ecc.) con quello di Energia Orgonica; Reich costruì anche un’apparecchiatura, la famosa camera orgonica, per trovare una soluzione alle malattie gravi quali il cancro, ma per questi studi fu imprigionato e morì in carcere.

camera orgonica
esempio di camera orgonica

La camera orgonica è uno spazio chiuso le cui pareti sono costruite secondo un particolare criterio e ciò rende la camera un accumulatore di energia orgonica. Praticamente il sistema funziona sul principio di ripulire il Campo Eterico permettendo alle energie di scorrere di nuovo: a mo' di doccia pulisce il campo dalle forme-pensiero eteriche o, se più preferite, perdona i peccati, permettendo alla divina energia del campo quantico di scorrere di nuovo. Nella camera orgonica il malato rinchiuso per un determinato tempo, poteva guarire.
Ma a parte la camera orgonica di Reich sarebbe davvero bello avere una doccia del genere, magari una grotta che ci pulisce i peccati (scusate, le forme-pensiero) e magari di proprietà della Chiesa, così che ci puliremmo il Campo Eterico senza bisogno di alcuna allucinante funzione religiosa…

Ragazzi, spalancate le orecchie: questo luogo esiste ed è la grotta dedicata all'Arcangelo Michele che si trova sotto la Celeste Basilica a Monte Sant’Angelo sul Gargano, in provincia di Foggia; le parole latine che ho inserito all’inizio di questo servizio provengono proprio dalla lapide che possiamo trovare all’ingresso della Chiesa.

basilica di San Michele Arcangelo a Monte Sant'Angelo
la Celeste Basilica di Monte S. Angelo (FG)
l'unica costruzione che si ritiene non santificata dall'uomo, 
ma direttamente dall'Arcangelo Michele

La relazione tra l'Arcangelo Michele e le grotte (nel mondo ce ne sono diverse a lui "dedicate") è presto spiegata: la tradizione lo vuole vincitore su Lucifero scacciato dal cielo per essere confinato nelle viscere della terra. È da decenni che la gente mi dice che ci sono posti di qua o di là che hanno un’alta energia, ma in verità visitandoli non ho mai sentito nulla e probabilmente l’energia che mi veniva dichiarata era solo un effetto dell'autosuggestione di chi lo pensava.

Quando sono entrato in questa grotta ho sentito un’energia di potenza elevatissima che letteralmente ripulisce il Corpo Eterico.

grotta di San Michele Arcangelo
la Grotta di San Michele Arcangelo

Sull’ingresso di sinistra della Chiesa vi è quest'arco sul quale è scritto: i tuoi peccati ti sono rimessi e che qualsiasi cosa tu desideri la potrai ottenere.

arco all'ingresso della basilica di San Michele
arco di sinistra dell'ingresso della Basilica

Per forza: se liberi una persona delle sue forme-pensiero ella rientra in possesso di tutta la sua energia (cioè l'attenzione) che prima era bloccata nell’alimentare il meccanismo mente-corpo per il fatto di mantenerle lì, per cui l’individuo ritorna in possesso del potere di creare. È per questo motivo che tutto ti potrà essere esaudito; sei tu a creare la cosa per fede, ricordando che la parola FEDE è definita come “sicura aspettazione di cose sperate, benché non vedute” e questo significa CERTEZZA; questo è segreto di The Secret.

Ma attenzione: resta inteso che se le intenzioni dell’individuo sono malvagie, egli creerà dolore poiché il suo campo mentale non è stato allineato a quello spirituale; ecco che si spiega anche la prima parte della lapide in cui compare la frase ammonitrice “Questo luogo richiede rispetto“ (Terribilis est locus iste), ammonimento che “consiglia” di porsi in un determinato modo visto che “questa è la casa di dio” (hic domus dei ist): praticamente una specie di deterrente… spirituale a perpetrare reati.

Io non credo ad angeli, arcangeli, serafini, cherubini e compagnia bella, ma certamente qualche essere molto avanzato e che conosceva molto bene le caratteristiche geologiche del territorio, nel V secolo d.C. dovette suggerire all’allora vescovo di Manfredonia (antica Siponto), Lorenzo Majorana, di costruire la grotta.

cavaliere templareÈ da notare che i Templari prima di andare in Terra Santa facevano tappa obbligata a questa Grotta. Comunque forse non sapremo mai cosa rende quella grotta un'immensa camera orgonica, ma certamente quel posto è un potente punto di accesso delle energie quantiche verso il nostro mondo, una sorta di stargate naturale e per questo viene a giusta ragione definita “porta del cielo” (...porta coeli).

Quindi come vedi il peccato non è nulla di ciò che ci hanno insegnato; e così neanche il perdono. Perdono significa, semplicemente e in definitiva, far fluire di nuovo; in questo modo sei libero dagli effetti limitanti delle forme-pensiero e puoi rientrare in possesso del tuo potere creativo. Guarda caso che Arcangelo Michele significa "chi è simile a dio?"; la risposta è che sei TU se ritorni ad essere te stesso, cioè DIO.

Facile, no?!

Come ultimo aspetto, oltre al fatto temporaneo di poter ripulire (però in modo temporaneo) il Corpo Fisico o quello Eterico, voglio spendere qualche parola su uno di quei pochi strumenti di valore in possesso della Chiesa Cattolica che però, come tutti, deve essere saputo usare; parlo del metodo della confessione che ha delle grosse rilevanze tecniche nel campo della tecnologia per la riabilitazione mentale e spirituale, quindi al di sopra dell'aspetto fisico/emotivo. Quando parlo di riabilitazione non mi riferisco certamente a quelle insulse frasi che si trovano sugli stessi depliant della basilica, in uno dei quali si dicono cose che fanno vomitare; leggete questa parte intitolata ATTO DI DOLORE (tratta dal depliant: Sussidio per la celebrazione del Sacramento della riconciliazione):

Mio Dio, mi pento e mi dolgo con tutto il cuore dei miei peccati perché peccando ho offeso Te, infinitamente buono e degno di essere amato al di sopra di ogni cosa. Propongo col tuo santo aiuto di non offenderti mai più e di fuggire le occasioni di peccato. Signore, misericordia, perdonami.

Allucinante!!! Un dio esterno (che non esiste) a cui chiedere perdono (che non serve poiché non condannerebbe), cioè scusarsi dell'esperienza che si sta effettuando (bloccandosi nel procedere nell'esperienza definitiva del conoscere il bene e il male per poi poterli "unire"); inoltre non basta la sgradevole sensazione che abbiamo quando commettiamo qualcosa che non è armonico col nostro Sé, ma dobbiamo ancora amplificare il tutto con il doglierci con tutto il cuore dei peccati; ma peggio di tutti è forse il fatto che dio si offenderebbe: ma mica dio c'ha corpo emozionale per cui si può offendere!!! E a questo punto si procede con la proposta a dio di ricevere il santo aiuto per non continuare ad offenderlo; mi chiedo: perché credi di non farcela da solo? E' proprio necessario avere dio che ti perdona o c'è dell'altro? Perchè l'uomo è portato a vedere dio fuori? Ebbene, esiste nell'uomo una aberrazione fondamentale (sono 12) che insiste sulla necessità di un salvatore e come si vede questo virus che abbiamo nella testa continua a parlare per mezzo della bocca dei dormienti.

Puoi leggere molto di più a riguardo nel servizio MAFIA SPIRITUALE 1° parte

L'Atto di dolore continua e nella supplica si chiede di fuggire le occasioni di peccato, ma il problema è che il peccato è definito dalla Chiesa e quindi, può cambiare a secondo delle situazioni storiche, vedi il limbo per i non battezzati, ad esempio. Oggi Dante i non battezzati li avrebbe trattati diversamente visto il cambio di rotta della Chiesa. E quindi continua con la richiesta di ottenere misericordia e perdono.

Ma cos'è una colpa?

Una colpa è energia stazionaria dovuta ad una libera scelta (arbitrio) che ha provocato una caduta di armonia (l'energia vibra...) e l'uomo chiama questa cosa "danno" che è tecnicamente una conseguenza vibrazionale dell'aver fatto qualcosa che non andava fatta (danno da commissione) oppure del non aver fatto qualcosa che andava fatta (danno da ommissione). Per spiegare il primo e il secondo caso, rispettivamente possiamo usare gli esempi di amputare in malo modo una pianta e danneggiarla, oppure di non innaffiarla e di lasciarla seccare: in ogni caso la commissione o l'ommissione determinano un danno. Il problema della forma-pensiero contenente colpa (rimorso) è riportabile ad immagini bloccate nel tempo e nello spazio in cui si vorrebbe che la situazione non fosse così (senso di rimorso).

C'è un semplice metodo mentale capace di sciogliere questo blocco: si ritorna mentalmente al momento in cui questa cosa è accaduta rivivendo "dove accadde", "quando accadde", "cosa accadde", "come accadde"; se si ricompongono i dettagli dell'evento nel modo più accurato possibile, la forma-pensiero si scioglie e se poi decidiamo anche di cambiare il nostro punto di vista sulle cose ora che ne conosciamo le conseguenze ed il riflesso sulla nostra anima, allora quella condizione di stagnazione energetica non si presenterà mai più.

E' importante sottolineare il fatto che nell'evento da ricostruire non è presente il perché è accaduto in quanto ciò va visto sempre come azione necessaria alla sopravvivenza a causa dell'assenza di dati per come fare meglio la cosa; quindi a questo punto il rimorso è una fase del percorso di acquisizione di dati necessari ad un più alto livello di sopravvivenza. Quindi ciò dovrebbe far inquadrare il senso di colpa (ed il fatto di uscirsene) esclusivamente come un altro tipo di esperienza evolutiva in quanto necessità di trovare una soluzione e non qualcosa per mezzo della quale distruggersi la vita. La consulenza confessionale che il parroco fornisce nella Chiesa può avere come risultato, se pilotata in modo corretto, di far sentire leggere le persone in quanto tale operazione riflette il metodo per sbloccare il Campo Eterico eliminando le forme-pensiero. Ma questa cosa puoi farla anche da solo scrivendo le quattro fasi su un foglio in modo più dettagliato possibile, meglio ancora se una persona di tua fiducia lo legge; in questo modo annulli le forme pensiero e ti senti leggero leggero... divieni libero.

A proposito, a questo punto ti senti più leggero circa l'intera faccenda del peccato, della colpa, del rimorso e del perdono? Riesci ora a comprendere che l'errore e la relativa emozione di colpa è solo un modo per procurarsi dati di valore per una sopravvivenza superiore? L'importante è che dopo risolta la cosa, venga cambiato per sempre il punto di vista; ricorda le parole di Gesù alla prostituta: "Nessuno ti ha condannato e neanche il tuo IO lo fa; va e non peccare più". Questo significa cambiare il punto di vista sulle cose.

Per concludere, la mia natura di combattente all'Arcangelo Michele vuole fare una... critica: se proprio vogliamo parlare di peccato in maniera canonica, ebbene, in questo genere di ottica ricadono certamente il cattolicesimo, i software della Microsoft e l’insulso fenomeno del channelling, tre delle più grandi piaghe di questo mondo. Evitateli come la peste.

E proprio a proposito dei software che non funzionano voglio ricordare che enormi quantità di stress provengono proprio da questa area; chi ha letto le anticipazioni nella parte 6 del libro IO SONO Immortale, avrà compreso che il sistema di potere se mette la popolazione sotto stress può controllare gli individui. Quindi è nostro dovere evitare fonti di stress che possono essere evitate (in realtà tutto può sempre essere trasformato); se vogliamo cominciare a fare qualcosa per mettere a posto questo mondo, questo è un nostro consiglio da un punto di vista tecnologico: usiamo software ad alto livello tecnologico che non hanno alcun costo quale

Mozilla
FIREFOX

per navigare in internet con agilità
Vai qui
Mozilla
THINDERBIRD

programma di posta molto potente
Vai qui 
OPENOFFICE
una suite completa come Office di Microsoft
Vai qui 
player
VLC
sostituisce Windows Media Player
Vai qui
editor grafico
GIMP
un software molto avanzato

Vai qui
  
puoi cliccarci su per conoscere i siti originali per poi scaricarli

Noi usiamo Firefox per navigare in rete, Gimp le ottimizzazioni grafiche e Thunderbird per gestire la posta dalla Sede, mentre per fare le presentazioni nei convegni e nei Corsi usiamo il programma IMPRESS (l'equivalente del preistorico PowerPoint) contenuto nella suite di OpenOffice pur se ha alcuni limiti circa l'inserimento del sonoro o la visione di video incorporati nelle presentazioni e per piccole compatibilità, e usiamo il player VLC per le proiezioni di filmati; per gli altri software di OpenOffice ci stiamo adeguando al fine di eliminare definitivamente Word ed Excell. Sapete che non abbiamo più problemi con i nostri lavori sui PC?

Puoi leggere maggiori informazioni circa lo stress nel servizio STRESS E SOFTWARE su questa pagina dell'altro nostro sito qui.

Buon lavoro e potenti Cieli Sereni a tutti.

Arcangelo Miranda



nota (*) la Parte Prima di questo servizio sarà propedeutica per futuri servizi ed è basata sulla conferenza di Arcangelo Miranda tenuta a Milano il 28 settembre 2008 al convegno LA SCIENZA INCONTRA LO SPIRITO; di questo Convegno ne è stato fatto un cofanetto di 14 ore di DVD in cui compaiono quasi tutti i partecipanti (ad esclusione di Fabio Marchesi). La conferenza di Arcangelo Miranda ha avuto per titolo: Il sacro graal: una condizione interiore per l'immortalità.

Fonte immagini:
1 - www.qiionline.org
2 - www.reikylife.it
3 - www.clairvoyanthealing.com
4 - www.psychic24x7.com
5 - www.vibrationalvitality.com
le immagini relative alla basilica: www.templarioggi.it



area articoli

prenditi cura del mondo

Sostieni la diffusione del messaggio
IO SONO
diffondi il messaggio
Segnala
questa pagina
ad un amico


iscrizione newsletter
Iscriviti alla Newsletter
stampa il servizio

Stampa il
servizio





Il Portale del Gruppo I AM

Copyright 2010 Arcangelo Miranda - Gruppo I AM